Non è mai la solita passeggiata.

Non è mai la solita passeggiata.

Rosanna Capano

A volte ci si arrovella il cervello pensando a quale attività fare con il nostro cane senza pensare che nella passeggiata quotidiana, se fatta con i giusti criteri, è compreso il soddisfacimento di numerosi bisogni del cane.

Ma il mio cane si diverte quando sta con me? Anche il più efficiente dei proprietari si può ritrovare in questo dilemma.

Alcuni di noi proprietari si ritrovano a volte colti dal dubbio o senso di colpa di non proporre attività a sufficienza al proprio cane.
Magari impegnano Fido in giochi di lanci, agility …dimenticando che l’attività di gran lunga più gratificante per il cane è quella che attiva il suo olfatto e quindi la sua mente. Ricordiamo che la ricerca olfattiva per il cane è l’equivalente di un attività intellettiva come la nostra lettura, infatti annusare odori stimolanti per alcuni cani vale più di mille lanci o corse sfrenate.

Partendo da questo presupposto abbiamo tutti gli strumenti per soddisfare fugare il nostro senso di colpa: pettorina e guinzaglio lungo, un cane per compagno e la nostra voglia di esplorare.

Con questo nuovo spirito, anche un percorso consolidato e abituale, come ad esempio le vie che percorriamo nella passeggiata veloce che compiamo la mattina prima di andare a lavoro insieme al nostro Fido, sembrerà una passeggiata diversa.

Lasciata la fretta a casa, cominciamo a percorrere con calma le vie sotto casa, lasciando che Fido annusi con calma e proviamo ad osare cercando insieme a lui angoli nascosti non considerati in altre occasioni.

Diversificare l’esperienza è un modo per aggiungere varietà nella vita e alla routine quotidiana. Senza contare che l’esplorazione dell’ambiente rafforza l’auto stima e rappresenta una vera e propria terapia comportamentale che previene l’ansia e i comportamenti aggressivi.

Anche esplorare in compagnia di altri cani e persone è un ulteriore arricchimento dell’esperienza, le passeggiate olfattive collettive sono un ottimo modo per recuperare la spinta a socializzare, sono attività che permettono di raggiungere buoni livelli di conoscenza reciproca, pur senza giungere ad un contatto diretto, situazione difficile da sostenere per quegli elementi che hanno perso la loro naturale spinta prosociale.

La passeggiata quindi è molto di più di ciò che appare: moto, relazione, socializzazione, attività di collaborazione… questo e molto di più in un semplice e basilare gesto quotidiano.

Rosanna Capano

© 2018, Rosanna Capano. Riproduzione Riservata

Rispondi