Il parto. Un viaggio emozionante nella vita del nostro cane

Il parto. Un viaggio emozionante nella vita del nostro cane

Marilena Russo

Il parto pone fine alla gravidanza ed inizio di nuove vite, con la speranza che esse siano piene di coccole ed affetto.

E finalmente siamo giunti al momento tanto atteso del parto, termine della gravidanza. Un viaggio emozionante, un processo naturale.

Normale ci possa essere preoccupazione e tensione nell’avvicinarsi al fatidico momento anche in relazione alle incognite legate alla salute della cagna e dei cuccioli.

Bene ricordare che la gravidanza del vostro animale è di circa 9 settimane.
In linea generale si nota un abbassamento della temperatura corporea della vostra cagnolina circa 24 ore prima del parto.

Fisiologia del parto

Solo a titolo meramente descrittivo riporto le varie fasi in cui si suddivide il parto e cioè:
-fase dilatante;
-fase espulsiva;
-secondamento:.
La prima fase si ha quando la cervice è completamente dilatata,potendo durare 3-6 ore fino anche 24 per cucciolate numerose. Nella fase espulsiva

Il cane si presenta coricato,potendo presentarsi inquieto e girando diverse volte su se stesso prima dell’espulsione dei cuccioli.

I cuccioli vengono partoriti in media ogni 20-60 minuti, pause superiori tra un cucciolo e l’altro devono destare preoccupazione. La madre li lecca vigorosamente e stimola la respirazione.

Importante è che la madre mostri interesse verso la propria prole.
Nella terza ed ultima fase si ha espulsione delle placente.

I cuccioli possono essere partoriti con le placente intatte o attaccati con il cordone alla placenta, in quest’ultimo caso la placenta sarà espulsa separatamente.

la nascita: il momento più bello


La fine del parto è segnalata dal rilassamento della mamma che si rasserena e accudisce i cuccioli.
La mamma nelle prime settimane della vita dei suoi piccoli si allontana difficilmente dal nido e dai suoi figli, solo per mangiare e per i suoi bisogni.

Importante badare che la mamma si presenti attenta verso i suoi piccoli ed i loro bisogni.
Cuccioli ben cresciuti presentano aumento delle dimensioni, passano la maggior parte della loro giornata dormendo ed attaccati alle mammelle della madre.

Essa provvederà inoltre a lambirli e si occuperà dei loro bisogni fino almeno ai 30 giorni, termine oltre il quale, in linea generale, i piccoli cominceranno a mostrare interesse verso il cibo iniziando così lo svezzamento.

In questo articolo si sono volute tracciate per sommi capi i concetti generali che caratterizzano un parto naturale. Non si è approfondito su patologie e complicazioni e su eventuale parto cesareo.
Per qualsiasi dubbio rivolgetevi serenamente al vostro medico veterinario di fiducia.

Dott.ssa Marilena Russo – Medico Veterinario 
(Contatta l’autore dell’articolo)

© 2018, Marilena Russo. Riproduzione Riservata

Rispondi