Anchilostoma nel cane: cos’è e cosa fare per eliminarlo

Anchilostoma nel cane: cos’è e cosa fare per eliminarlo

Mondofido

Anchilostoma, o Ancylostoma, è un verme rotondo che può essere trovato nell’intestino del cane. Si elimina con la sverminazione ma può interessare anche il cane adulto, ed è per questo che è importante riconoscerlo

Anchilostoma nel cane è una delle famiglie di vermi che si possono trovare nell’intestino dei nostri amici a quattro zampe, e che possono causare danni intestinali al cane.

Può colpire indifferentemente sia il cane che il gatto, per cui se uno dei due animali ne ha sofferto anche l’altro è a rischio, anche se il gatto vive in giardino e il cane in casa.

I vermi vivono nell’intestino dove depongono le uova. Vederli nell’intestino non è facile perché bisognerebbe avere un’infestazione massiva, e allora notiamo piccoli vermi di 1 cm all’interno delle feci; altrimenti fanno le uova (che non si vedono ad occhio nudo) che rimangono nelle feci.

Il cane si infesta mangiando le larve, invisibili, che si prendono dal terreno, ma può prenderli anche se le larve perforano la pelle dei cuscinetti plantari, quindi li prende anche dalle zampe semplicemente camminando.

I sintomi di Anchilostoma

La particolarità di Anchilostoma è che si tratta di un verme ematofago, cioè di un verme che (come un vampiro) si attacca alle pareti dell’intestino e succhia il sangue. Le specie più comuni nel cane, qui da noi, sono Ancylostoma caninum, Ancylostoma braziliense e Uncinaria stenocephala.

Solitamente il cane viene colpito se ha meno di un anno, ma gli adulti non sono mai completamente al sicuro.

I sintomi principali sono:

  • La diarrea, che spesso è accompagnata da strisce di sangue presenti nelle feci;
  • Il dimagrimento, se la situazione permane troppo;
  • La crescita rallentata se l’infestazione interessa i cuccioli;
  • L’anemia, con mucose bianche e difficoltà respiratorie, perché i vermi succhiano il sangue distruggendo i globuli rossi del cane, cosa particolarmente pericolosa nei cuccioli.

Anchilostoma nel cane: cosa fare

Se notiamo i sintomi in questione, e soprattutto se la diarrea continua e continua ad essere presente sangue (quindi non è un caso sporadico e isolato), dobbiamo rivolgerci al veterinario.

Dal veterinario dobbiamo andare con un campione di feci del cane, che lui possa analizzare al microscopio per vedere se ci sono le uova, che è la diagnosi definitiva.

La terapia è una semplice sverminazione, quindi non è un problema, ma la cosa importante è che le larve possono infestare anche l’uomo: è per questo che conviene eliminare il problema il prima possibile.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi