Cani sulla neve, come passare una splendida vacanza

Cani sulla neve, come passare una splendida vacanza

Alessandra Curreli

Per gli amanti delle neve, l’inverno è finalmente arrivato. L’ultimo lungo ponte è stato un assaggio dell’inverno che verrà, scopriamo come non rimanere impreparati e godere della neve insieme a Fido.

Ci siamo il Natale è alle porte! Molti decideranno di trascorrere le proprie vacanze sulla neve, fosse anche solo un breve week end o una giornata particolare, pensiamo di sapere come comportarci portando Fido con noi?

Intanto sappiate che una corsa sulla neve è davvero irresistibile, lo è per noi e anche per i nostri fedeli amici: ai cani la neve piace, si divertono un sacco ed è un momento di pura gioia per entrambe.

Cosa c’è da sapere

Ma attenzione, aldilà del carattere, a meno che il vostro cane non sia un “pigrotto” e non abbia assolutamente voglia di alzarsi dal divano, non tutte le razze sono adatte al clima rigido invernale e non tutti i cani sono adatti alla neve. Per questo prima di uscire è bene sapere che nella neve il cane potrebbe perdere le tracce olfattive,  in particolare i cani giovani o quelli abituati a un raggio d’azione molto ampio. E’ quindi importante tenere il cane al guinzaglio. Se decidete di lasciarlo libero di correre, fatelo solo se l’animale è addestrato a rispondere correttamente ai vostri richiami.

Al rientro dalla passeggiata, se il cane è a pelo lungo potrebbe capitare che palline di ghiaccio si formino sul pelo. E’ utile quindi spazzolare il manto del cane: in questo modo non solo si rimuove lo sporco o il ghiaccio che si annida, ma si stimola anche la circolazione sanguigna.

Qualcuno è un po’ più pigro

Non tutti i cani amano il freddo, soprattutto se vivono spesso in casa. Anche se hanno un folto pelo, potrebbero avere perso l’abitudine a gestire il freddo. In questo caso è bene per evitare l’effetto shock del passaggio diretto casa calda, auto e poi neve e gelo, prevedere un momento di adattamento, magari facendogli fare movimento con una passeggiata.

Importante da ricordare è anche che se il cane è sempre abituato a stare in casa, proteggere le zampe diventa un elemento da non scordare. Il cane infatti potrebbe soffrire di taglietti o abrasioni non essendo abituato a camminare sul ghiaccio. Utile sempre in ogni caso al rientro a casa asciugare bene le zampe con uno straccio, in modo da pulirle e togliere i residui – ad esempio di sale – che creano irritazioni.

Alessandra Curreli

© 2017, Alessandra Curreli. Riproduzione Riservata

Rispondi