Che Sport puoi far fare al tuo cane: Dock Diving

Che Sport puoi far fare al tuo cane: Dock Diving

Alessandra Curreli

Passare il nostro tempo libero all’aria aperta e magari con un bel tuffo rinfrescante in piscina? Ecco la soluzione

Il Dock Diving è uno sport acquatico dove i cani competono per vedere chi riesce a saltare il più lontano possibile in una piscina partendo da una piattaforma elevata detta anche “dock“.

Il Dock Diving è apparso per la prima volta nel 1997 durante un evento sponsorizzato da un produttore di alimenti per cani.

Negli Stati Uniti, è diventato sport Nazionale nel 2000 con il DockDogs.

Qui potete trovare il calendario degli eventi in programma: https://dockdogs.com/events/events-list/

Tutti i cani sono adatti a partecipare, ma sono predilette le razze di taglia medio grande come: Labrador Retriever, Chesapeake Bay Retriever, Golden Retriever e Pastore Belga.

Il salto più luingo: 9 mt

E’ proprio di un Pastore Belga di nome Baxter, il record del salto di 9 metri nel 2011, primato che gli è valsa l’ospitata addirittura al David Letterman show nel 2011.

Gli eventi di Dock Diving, si svolgono negli Stati Uniti e in altri paesi come Regno Unito, Australia, Germania e Austria.

In Nord America ad esempio il Diving Dogs è stato costituito nel 2014 e offre titoli a cani da immersione riconosciuti dall’American Kennel Club (AKC).

Nel Regno Unito, Dash ‘n’ Splash, dal 2005 gestisce concorsi nell’Inghilterra meridionale.

K9 Aqua Sports compare dal 2014 e gestisce concorsi in tutta l’Inghilterra e la Scozia.

La piscina in cui si svolge di regola la competizione deve avere una lunghezza di 11-12 metri, ma può variare a seconda dell’organizzazione promotrice.

Può essere profonda da 1,2 a 4 metri, e viene ricoperta da un tappeto artificiale in gomma per una migliore trazione e sicurezza per i concorrenti.

Il gestore può far lanciare il proprio cane da qualsiasi punto della piscina durante la competizione.

Le regole

La distanza ufficiale del salto viene misurata dalla maggior parte delle organizzazioni, dal punto medio laterale alla fine della vasca fino al punto in cui la base della coda del cane (dove la coda incontra il corpo) rompe la superficie dell’acqua.

La distanza di salto viene misurata elettronicamente utilizzando il “freeze frame” tramite video. In alcuni casi, viene misurata manualmente dai giudici.

La gara si svolge anche a squadra.  Il più lungo dei due salti vale il punteggio della squadra per quella competizione.

Due solo le tecniche utilizzate per incoraggiare il cane a saltare nell’acqua: camminare con il cane fino alla fine della vasca o tenere il cane indietro gettando il giocattolo nell’acqua.

Il resto è solo merito suo.

Alessandra Curreli

© 2017, Alessandra Curreli. Riproduzione Riservata

Rispondi