La verdura al cane nella dieta fa bene?

La verdura al cane nella dieta fa bene?

Mondofido

Molti proprietari si interrogano sulla necessità e sui benefici di fornire verdura al cane nella dieta. Attenti perchè non bisogna esagerare

Sono molti i proprietari che forniscono frutta e verdura al cane come premio, o semplicemente perché al cane piace, in aggiunta a tutti gli altri alimenti presenti nella dieta, di qualunque tipo (industriale o casalinga) essa sia.

Si tratta di un’integrazione utile per il benessere del cane?

La risposta, in linea di massima, è si, il cane trae benefici dall’integrazione di frutta e verdura, purché questa non sia esagerata perché troppi alimenti vegetali potrebbero portare problemi di malassorbimento.

Per prima cosa, bisogna fare attenzione a scegliere la frutta e la verdura giusta, evitando quella dannosa: in questo video ho spiegato quali vegetali si possono dare e quali non si possono fornire al cane.

Quali sono i benefici della verdura al cane?

I benefici del somministrare la verdura al cane, salvo quella dannosa di cui parlo nel video, sono diversi:

  • La verdura è molto ricca di acqua, per cui se il cane tende a bere poco, o ha patologie che richiedano di bere di più, può essere un buon modo per integrarla;
  • Le fibre contenute nella verdura aiutano a ridurre i problemi di costipazione, se il cane ne soffre, e in generale rendono le feci più morbide;
  • La verdura è un ottimo integratore di vitamine e sali minerali, nel caso in cui il cane soffra di carenza;
  • Diversi frutti sono dolci, quindi piacevoli per il cane che ne beneficerà da un punto si vista comportamentale;
  • Alcune verdure fanno bene ai denti del cane, in particolare quelle dure come le carote; stimolando la masticazione, aiutano a tenere i denti puliti e privi di placca;
  • Se le verdure si usano come snack o come premio si da al cane qualcosa di sano e si evitano carboidrati o grassi, che potrebbero contribuire (se si esagera!) all’obesità.

I benefici quindi sono molteplici, e sono tra l’altro diversi in base alle singole verdure o ai singoli frutti che si possono fornire.

La fibra che contengono, inoltre, è indispensabile per la corretta funzionalità intestinale ed è per questo che sono quasi sempre presenti nelle diete casalinghe (a meno che ci siano altre fonti di fibra).

Ovviamente, non possiamo fornirne troppe perché il cane non è erbivoro, e la fibra vegetale non viene assorbita ma ha azione solamente nell’intestino, ne regola la velocità di transito, quindi è essenziale ma, di fatto, non nutre il cane.

In una certa quantità è utilissima, ma se la dose viene superata la fibra rende troppo veloce il transito intestinale e fa assorbire peggio gli altri nutrienti, provocando a volte reazioni come la diarrea.

L’integrazione di frutta e verdura, inoltre, va limitata nei casi in cui ci sia già diarrea o siano presenti altre patologie intestinali e anche quando particolari malattie impongano un quantitativo di fibra controllato e che non deve essere superato. In questi casi è necessario però chiedere un consiglio al proprio veterinario.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi