Le dicono che il suo cane è lurido e che non ceneranno nel suo ristorante

Le dicono che il suo cane è lurido e che non ceneranno nel suo ristorante

Alessandra Curreli

Le dicono che il meticcio che gira nel suo ristorante è un “lurido animale” e che per questa ragione non hanno prenotato una cena per 30 persone.

“Nel mio locale gli animali sono ammessi”, è stata la risposta di Marta Benetti, titolare del ristorante Nonno Egidio di Piane di Schio in provincia di Vicenza, che si è vista recapitare una lettera anonima con all’interno le seguenti parole:

“..Entrati al ristorante per prenotare un addio al celibato con 30 persone. Dopo aver visto però il cane bastardo che gira per la sala e il bar ci siamo però guardati in faccia e siamo usciti senza proferire parole. Abbiamo prenotato in un altro locale lì vicino – prosegue la lettera – privo di luridi animali che girano per la sala. Spesa totale della serata 1040 euro, ringraziate il cagnaccio per il mancato incasso”.

La risposta di Marta

La sua risposta non si è fatta attendere, Marta ha pubblicato la lettera sul suo profilo Facebook rispondendo per le rime agli anonimi tre scontenti avventori che entrati nel suo locale, non hanno deciso di cenare per via del suo cane, un meticcio dagli occhietti vispi di nome Ariel  che bazzica nel suo ristorante:

“Dico a Voi, che non vi firmate: i 1040 euro più ben persi nella mia vita. Nel mio locale gli animali sono ammessi”.

Ricordiamo che la legge non vieta ai cani l’accesso in luoghi dove si consumano pasti, ma solo un’attenta cura da parte del gestore nel fare in modo che l’animale non venga a contatto con la “preparazione dei cibi”.

La reazione della rete

La reazione della rete non si è fatta attendere, Marta è un’eroina del web, sono stati centinaia i messaggi di approvazione inviati sulla pagina della giovane chef, che in barba alla maleducazione dei 30 “coraggiosi anonimi”, ha ricevuto decine di prenotazioni virtuali per sostenerla.

Altro che clienti persi, diciamo piuttosto quanti clienti di qualità guadagnati!

Siamo felici di sapere che Ariel avrà nuovi amici di giochi con cui passare le serate in compagnia di veri amanti degli animali e i loro amici pelosi.

Alessandra Curreli

 

 

© 2017, Alessandra Curreli. Riproduzione Riservata

Rispondi