Megaesofago del cane: cos’è e come accudire un cane che ne soffre

Megaesofago del cane: cos’è e come accudire un cane che ne soffre

Mondofido

Scopriamo che cos’è il megaesofago del cane e come ci si prende cura di un cane che ne soffre.

Il megaesofago del cane è una patologia dell’apparato digerente tra le peggiori che possono colpire un cane, soprattutto perché nella maggior parte dei cani non può essere curata in modo definitivo.

Come dice il nome stesso, nel megaesofago l’esofago, cioè il tubo che collega la bocca allo stomaco, si dilata in modo consistente, questo perché al suo interno c’è un restringimento. Il cibo non riesce così a passare, e stagna nel tubo che diventa, prima del restringimento, sempre più grande.

Il cane inizia così a perdere peso, perché di fatto non mangia, mentre il cibo viene rigurgitato: quando il cane lo butta fuori dalla bocca vediamo che è presente solo cibo e saliva, non è digerito e quindi non ci sono succhi gastrici.

Il megaesofago può essere congenito, cioè presente fin dalla nascita, o acquisito, quindi colpire cani già adulti.

Come prendersi cura del cane con megaesofago

La risoluzione del megaesofago non sempre è possibile, perché dipende da ciò che l’ha causato. In actuni

 

casi si può risolvere per via chirurgica, mentre in altri casi non è possibile, e l’unica cosa che possiamo fare è prenderci cura del cane considerando la sua malattia.

Visto che il problema del megaesofago è che il cane non riesce a mangiare, a far arrivare il cibo allo stomaco, bisogna agire cercando di aiutarlo. I consigli sono diversi, e in base alla situazione sarà il veterinario a dare quelli giusti, ma in generale bisogna fare attenzione a:

  • Fornire un’alimentazione liquida, che riesca a oltrepassare il restringimento senza stagnare. Si può fare frullando l’alimento umido, o preparando pappe specifiche, per aiutare il cane ad alimentarsi;
  • Fornire l’alimentazione non con una ciotola a terra ma sopraelevata, ad esempio con la ciotola su una sedia. In questo modo il cane starà rivolto verso l’alto per mangiare, e la forza di gravità aiuta il cibo a scendere verso il basso; questo è importante perché nel megaesofago si perde la capacità muscolare di spingere gli alimenti nello stomaco, che non procedono rimanendo nell’esofago.

Il cane deve ovviamente essere seguito ed è molto importante controllare costantemente il suo peso, così da poter individuare subito eventuali anomalie.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi