Meglio la dieta casalinga o l’alimentazione industriale per il cane?

Meglio la dieta casalinga o l’alimentazione industriale per il cane?

Mondofido

L’alimentazione casalinga è effettivamente migliore dell’alimentazione industriale? Quando è il caso di intraprenderla e quando, invece, non lo è?

La scelta di un’alimentazione casalinga o di un’alimentazione industriale è una delle scelte più importanti per un proprietario che voglia nutrire il proprio cane in modo consapevole.

Purtroppo è una scelta delicata, e le ricerche effettuate in ambito alimentare non sono tantissime. Quelle che ci sono, però, ci permettono di capire che, in linea di massima, l’alimentazione casalinga è migliore di quella industriale, come ho spiegato nel video seguente.

Quando preferire la dieta casalinga?

La dieta casalinga è da preferire, in linea di massima, in tutte le situazioni, perché ha diverse qualità positive rispetto all’alimentazione industriale:

  • E’ personalizzabile, ed ogni dieta viene stabilita in base alle esigenze del singolo cane, per cui difficilmente ci saranno due diete casalinghe uguali;
  • E’ modificabile nel corso del tempo in base alle diverse condizioni di salute del cane;
  • Uno studio scientifico (citato nel video) ha mostrato come i cani che seguono un’alimentazione casalinga hanno un’aspettativa di vita superiore rispetto ai cani che seguono l’alimentazione industriale;
  • Le diete casalinghe riescono a supportare le terapie veterinarie, nel caso di cani malati o con problemi difficili da risolvere per via farmacologica.

Dal punto di vista della salute è difficile riuscire a ottenere gli stessi effetti con del cibo industriale, anche se personalizzata.

Ma, in realtà, non sempre questa è la scelta migliore, soprattutto perché il proprietario potrebbe non essere in grado di seguirla.

Quando preferire la dieta industriale?

In generale, bisogna preferire l’alimentazione industriale che da sicurezze maggiori da alcuni punti di vista quando:

  • Il proprietario ritiene di non avere la costanza per seguire questo tipo di alimentazione. Nella dieta casalinga bisogna cucinare, e se non c’è tempo o comunque possibilità è meglio evitare una scelta che, poi, non si riesce a seguire;
  • Non si hanno troppi soldi da spendere: la dieta casalinga, mediamente, è più costosa rispetto all’alimentazione industriale, per l’acquisto dei singoli ingredienti. Specialmente nei cani di taglia grande questo problema si fa sentire, e per chi ha difficoltà economiche è da preferire l’alimentazione industriale;
  • Se dovete fare una dieta casalinga da soli, lasciate perdere. Fare le diete, che siano bilanciate ed evitando le carenze, non è affatto semplice, e non tutti i veterinari ne sono capaci, figuriamoci un proprietario che non conosce le basi dell’alimentazione. Se volete fare una dieta casalinga da soli, o leggendo dei manuali per aiutarvi ma senza un’opinione tecnica, il consiglio è quello di lasciar perdere perché potreste fare seriamente del male al vostro cane, principalmente a causa delle patologie da carenza che sono sempre dietro l’angolo. Per non sbagliare, in questo caso, meglio l’industriale che è già bilanciata come richiesto dalla legge attualmente in vigore.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2018, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi