Come si fa a capire che un cane è in calore?

Come si fa a capire che un cane è in calore?

Mondofido

In questo articolo vedremo come si riconosce il calore nel cane, nell’ottica soprattutto di evitare le gravidanze indesiderate.

Il calore delle femmine è un momento importante nella vita riproduttiva del cane, che il proprietario delle femmine intere deve conoscere in due casi: se desidera una gravidanza o se, al contrario, vuole evitarla.

In tutti e due le situazioni è importante capire se la femmina è in calore o meno.

Come riconoscere il calore

La prima fase si chiama proestro, ed è la fase in cui la femmina sta per andare in calore ma non lo è ancora, in quanto le strutture uterine si stanno predisponendo per il calore e per l’eventuale successiva gravidanza.

E’ in questa fase che si hanno le perdite ematiche del cane, per cui uno dei primi segni del calore è che la femmina perde un po’ di sangue dalla vagina. Non sono perdite abbondanti (tipo quelle mestruali delle donne, che avvengono per un altro motivo alla fine del ciclo mestruale) e a volte possono non esserci, quindi se la femmina non perde sangue non significa che non sia in calore.

Il calore vero e proprio è quello che in gergo si chiama estro, e il comportamento della femmina, già iniziato nel proestro, è evidente: ha particolarmente voglia di giocare, specialmente con gli altri cani, e tende a tenere la coda sollevata, cosa che invece nel proestro non c’è perché se un maschio cerca di montarla reagisce aggredendolo o ringhiando. Il gesto, invece, di spostamento della coda e dell’accettazione della monta indica inequivocabilmente l’estro della femmina, cioè che la femmina è in calore.

Da notare che questi comportamenti sono mantenuti anche con il proprietario, in assenza di cani maschi, ad indicare l’effetto degli estrogeni particolarmente forte in quei giorni; l’estro dura circa una settimana, ed è importante evitare il contatto con i maschi se vogliamo evitare le gravidanze indesiderate. Se si è interessati all’accoppiamento, invece, quello è il momento migliore.

Terminata la fase estrale, che è il calore vero e proprio, il comportamento del cane cambierà e questo significa ingresso nel diestro, la fase in cui, se c’è stato accoppiamento, si avrà la gravidanza.

L’aiuto del veterinario

La maggior parte delle persone vuole sapere quando la cagna andrà in calore per evitare le gravidanze, e in questo caso bisogna considerare che se non vogliamo gravidanze è il caso di sterilizzare anche prima del primo calore; non è vero, come si diceva in passato, che la cagna “deve avere almeno una gravidanza”.

Se invece si è interessati alla riproduzione, possiamo sapere con precisione se il cane è in questa fase semplicemente recandoci in un ambulatorio veterinario: ogni medico può fare lo striscio vaginale, operazione di pochi minuti che consiste nell’inserire un tampone nella vagina e poi osservarlo al microscopio. In base alle cellule trovate sul tampone il veterinario capirà in che fase del ciclo è il cane, e ci dirà se (e quando) procedere con l’accoppiamento.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2018, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi