Il valore del gioco per il cane

Il valore del gioco per il cane

Mondofido

Il gioco viene utilizzato anche ai fini terapeutici per aiutare il cane all’autocontrollo e a limitare l’eccessiva eccitazione

Il gioco è un elemento molto importante per i nostri cani, per i cuccioli in fase di crescita, ma anche per gli adulti, perchè li aiuta a migliorare la condizione sociale, i rapporti con gli altri cani ed i padroni, mantenendo un’adeguata attività fisica.

Inoltre aiuta a migliorare la condizione psicologica, soprattutto per i cani anziani,  invoglia i cuccioli alla ricerca, aiuta i cani ad essere più sicuri. 

Il cucciolo, quando gioca, impara ad integrarsi, a crescere, aumenta la considerazione nei nostri confronti ed è importante conoscere le norme fondamentali del gioco:

– L’oggetto fonte di gioco (ad esempio la pallina) deve rimanere il motivo di relazione, ma il vero interesse deve rimanere il padrone;

– In assenza del padrone è meglio evitare che l’animale utilizzi abiti o altri oggetti personali come fonte di gioco;

– Dobbiamo essere noi a stabilire i tempi e la durata del gioco in base alle reazioni del cane, allo stato di eccitazione o alla mancanza di attenzione, stanchezza;

– Bisogna scegliere il gioco in base alle attitudini, alla morfologia e all’etogramma (insieme dei comportamenti di una specie animale).

Per il gioco  del “Tira e Molla”, alcuni esperti considerano che deve essere valutato con attenzione, perchè per alcuni cani potrebbe stimolare l’aggrressività e la competività.

Tipi di giochi

Si possono proporre al cucciolo diversi tipi di giochi:

– Giochi che stimolano il cucciolo a seguire la pallina e, una volta presa,assimilabile alla conquista di una preda;

– Giochi di fiuto e di ricerca, stimolcando il suo eccezionale senso dell’olfatto;

– La pista, con bocconcini a poca distanza tra loro;

– Nascondere un gioco a cui tiene, per poi farlo cercare .

I giochi vengono utilizzati anche ai fini terapeutici per aiutare il cane all’autocontrollo e a limitare l’eccessiva eccitazione.

I primi sintomi possono essere midriasi (dilatazione della pupilla dell’occhio in mancanza di luce) e guaiti, contribuisce a diminuire l’ansia e aiuta il cane in caso di depressione.

Erika Dotti

(contatta l’autore dell’articolo)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi