Il proprietario è diretto responsabile se il cane fa pipì su un bene di proprietà altrui.

Il proprietario è diretto responsabile se il cane fa pipì su un bene di proprietà altrui.

Rosanna Capano

La nostra libertà finisce dove inizia la libertà dell’altro. Un semplice concetto stabilito da un ideale di reciproca responsabilità, la garanzia per una corretta e civile convivenza.

Il proprietario è responsabile delle azioni del proprio cane, anche quando queste rappresentano l’espletamento di bisogni fisiologici.

Chi va a spasso con il cane lo che il momento in cui lui decide di fare i “bisognini” è sempre imprevedibile. Le passeggiate in città in compagnia del nostro cane espongono sempre al rischio che lui, il nostro fido compagno, nell’espletare i suoi bisogni fisiologici possa imbrattare e arrecare danno a proprietà di terzi.

La Cassazione stessa segnala che il conduttore di cani potrà adottare delle cautele affinché i cani non sporchino beni di proprietà di terzi, ma non si potrà certo impedire al cane di espletare i propri bisogni, perché tale condotta costituirebbe un maltrattamento.

A partire da tali premesse la Suprema Corte stabilisce che chi accompagna un cane è responsabile e dovrà vigilare sulla sua condotta ad esempio utilizzando un guinzaglio per gestire meglio i suoi spostamenti ed evitare prontamente che Fido sporchi un bene altrui.

Per evitare la lite e calmierare immediatamente animi resi infuocati dall’intolleranza, alimentata spesso dalla disdicevole maleducazione di molti è sufficiente mostrare responsabilità rimediando al “danno” del nostro amico.

Basta essere responsabile e mostrarsi  e pronti a pulire la pipì che il nostro cane inavvertitamente potrebbe aver fatto su un portone o su una bicicletta. Basterebbe portare con sé una bottiglietta d’acqua o Bon Ton Pì, un accessorio novità di Zoomark 2017,  una morbida bottiglietta in silicone, da riempire con acqua o con liquido anti-odore, da portare sempre con sé, come i sacchetti per le deiezioni o la museruola.

Bon Ton Pì  è un prodotto che può aiutare a stimolare il senso civico, racchiudendo in se il potenziale di una un gesto semplice, importante e utile per spronare le persone a tenere pulite le proprie città. Un accessorio utile per provvedere alla pulizia della pipì dei nostri amici a 4 zampe da marciapiedi, muri, portoni…

Chi come noi ama gli animali e condivide la vita con un cane, giustamente si lamenta quando viene discriminato ad esempio vietando l’ingresso del cane in determinati luoghi. Ma è nostra responsabilità dimostrare sensibilità verso l’altro, che magari non ama gli animali, adottando cautele e accorgimenti che eliminino i pregiudizi. Per non guastarsi la passeggiata basta solo un po’ di Bon Ton (Pì).

Rosanna Capano

© 2017, Rosanna Capano. Riproduzione Riservata

Rispondi