A Ventimiglia, sequestrati 700 grammi di cocaina grazie a Cally, labrador antidroga

A Ventimiglia, sequestrati 700 grammi di cocaina grazie a Cally, labrador antidroga

Mondofido

Il cane, in forza alla Guardia di Finanza, ha fiutato l’involucro nascosto in un bus di linea proveniente dalla Spagna, consentendo l’arresto di un trentenne del Burkina Faso

Il fiuto infallibile di Cally, labrador in forza alla Guardia di Finanza, ha consentito qualche giorno fa l’arresto di uno spacciatore africano su un autobus di linea spagnolo diretto a Milano ed il sequestro del suo carico di cocaina.

Il blitz è avvenuto nei pressi della barriera autostradale di Ventimiglia e ha permesso di sequestrare un involucro contenente circa 700 grammi di cocaina ben occultato nel mezzo partito da Murcia con destinazione il capoluogo lombardo.

Il primo controllo dei finanzieri e del cane antidroga, subito dopo il fermo, ha riguardato il bagagliaio, ma l’esito è stato negativo.

A quel punto, i viaggiatori sono stati invitati a scendere per ispezionare gli interni del mezzo. Ed è lì che è avvenuta la scoperta.

IL “PACCO” ERA STATO OCCULTATO TRA IL BRACCIOLO E LA PARETE DEL BUS

L’attenzione di Cally è stata attirata subito da un sedile. Infatti, tra il bracciolo di quest’ultimo e la parete del pullman è stata rinvenuta la confezione ben sigillata e nascosta contenente cocaina.

A quel punto, per capire a chi appartenesse l’involucro, i militari hanno fatto risalire i passeggeri a bordo facendo credere di non aver trovato nulla.

Quando ognuno ha ripreso il proprio posto, i finanzieri si sono avvicinati nuovamente al seggiolino che aveva destato l’interesse del cane antidroga estraendo l’involucro, che si è scoperto essere di “proprietà” di un trentenne del Burkina Faso, che aveva già destato sospetti in Cally.

DI RECENTE CALLY HA CONSENTITO ALTRI SEQUESTRI ED ARRESTI

Dopo il ritrovamento, l’uomo, che risulta residente a Belluno, ma con permesso di soggiorno in Spagna per motivi di lavoro, è stato condotto prima in caserma dai militari della Compagnia di Ventimiglia e, successivamente, in carcere.
Per quanto riguarda Cally, non è nuovo a blitz del genere.

A fine gennaio, tra l’altro, col “collega” Taca ha fiutato 42 chili di marijuana in un camion proveniente sempre dalla Spagna mandando dietro le sbarre due rumeni; mentre a fine febbraio, su un bus che copriva la tratta Casablanca-Treviso ha scoperto diversi chili di hashish.

Annalisa Palmieri

© 2018, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi