Tumori testicolari del cane: come riconoscerli e quali sono i sintomi

Tumori testicolari del cane: come riconoscerli e quali sono i sintomi

Mondofido

I tumori testicolari del cane sono uno dei problemi di salute più gravi che possano riguardare i cani maschi, specialmente se anziani. Riconoscerli precocemente è importante perché non si diffondano nell’organismo

I tumori testicolari del cane sono una delle patologie più pericolose per un cane maschio. Proprio come per tutti gli altri tipi di tumori, sono una crescita nuova e incontrollata di cellule nell’organismo, in questo caso del testicolo.

Se non curato, il tumore testicolare non porta solamente a problemi ai testicoli e quindi alla riproduzione, ma una piccola parte della neoplasia può staccarsi e iniziare a crescere in altri punti dell’organismo, come i polmoni: si parla di metastasi. Per questo, è importante controllare i testicoli del cane e, se c’è qualcosa che non va, agire il prima possibile.

Se il tumore c’è, ma non si è ancora diffuso nell’organismo, è possibile rimuoverlo con un semplice intervento di castrazione ed evitare le conseguenze peggiori.

Come si riconoscono i tumori testicolari 

Per capire se ci possa essere qualcosa che non va, in realtà basterebbe tastare ogni tanto i testicoli del cane, e guardarli, cosa tutt’altro che difficile.

Di solito ci si rende conto che un testicolo è visibilmente più grande di un altro, oppure che è presente solo un testicolo (l’altro non è sceso, ma può sviluppare tumori anche all’interno dell’addome); si può notare la pelle dello scroto priva di pelo, e non dovrebbe esserlo, oppure i testicoli possono essere piccoli e difficili da sentire. Il cane tranquillo, che si è sempre fatto toccare senza problemi, potrebbe mostrare aggressività al contatto.

In tutti questi casi, è importante una visita veterinaria, che potrà valutare qual è il problema e approfondire con esami diversi (come l’ecografia) se ci possono essere problemi di questo tipo. Va detto anche che, essendo i tumori testicolari prevalentemente una prerogativa dei cani anziani, quando il cane supera 10 anni di età dovrebbe fare almeno una visita veterinaria ogni 6 mesi, visita che comprende anche la palpazione testicolare da parte del medico.

Come si cura un tumore testicolare?

Fortunatamente i testicoli, a differenza di altri organi come fegato o polmoni, non sono essenziali per la vita, e il problema si risolve togliendo tutto l’organo, ovvero tutto il testicolo (alcuni tumori, come i Sertoliomi o gli Interstiziomi, si possono trasmettere anche da un testicolo all’altro).

In questo modo si esclude il cane dalla riproduzione, ma si salva anche la sua vita: se doveste trovarvi in una situazione del genere fate l’intervento quanto prima, perché aspettare significa solo avere maggiori possibilità di metastasi!

Oltre all’intervento, si controlla anche se ci siano state delle metastasi, e nel caso si programma un intervento apposito o si tenta una terapia farmacologica (chemioterapia). Quello che è importante, però, per un proprietario è in assoluto controllare periodicamente il cane, evitando così che una situazione grave e già presente possa peggiorare fino a non essere curabile.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi