Crocchette per cani al salmone fatte in casa

Crocchette per cani al salmone fatte in casa

Mondofido

Gli acidi grassi del salmone sono utili a tutti i cani di tutte le razze e di tutte le età e combattono allergie, pelo opaco e malattie infiammatorie.

Sempre con le mani in pasta, ho voluto ricreare una nuova crocchetta casalinga simil industriale ma genuina, ad un gusto molto amato dai nostri amici: IL SALMONE.

Ho pensato di utilizzare dei ritagli dalla sfilettatura di un mezzo salmone acquistato per la famiglia unito a del pesce azzurro in modo che i nostri amici mangiando queste crocchette facessero il pieno di OMEGA 3.

Questi acidi grassi sono utili a tutti i cani di tutte le razze e di tutte le età: rafforzano il sistema immunitario e contribuiscono a combattere i problemi di salute come allergie, pelo opaco, malattie infiammatorie.

Sono partita con circa 1,600 kg di cibo fresco (tenendo conto che il pesce era ancora da pulire e aveva ancora le spine, quindi calcolando gli scarti) che una volta cotto ed essiccato ha dimezzato la quantità, ottenendo quindi circa 650-700 gr di crocchette realizzate con circa le stesse percentuali di una pappa fresca: 50 -60% proteine – 20 -25% carboidrati – 20 – 25% verdure

Le proporzioni indicate possono essere variate secondo il fabbisogno energetico individuale del cane, diminuendo o aumentando le proteine, utilizzando un’unica fonte proteica facendole diventare monoproteiche.

La dose da dare indicativamente si aggira intorno ai 20 gr ogni Kg di peso del cane:

Sentire sempre il veterinario per stabilire le giuste dosi.

INGREDIENTI

  • 650/700 GR DI PESCE TRA I RITAGLI DI SALMONE e LE SARDE ( o altro pesce azzurro a scelta) che una volta cotti sono diventati circa 450 GR DI PESCE
  • 300 GR DI VERDURE MISTE ( carote zucchine zucca insalata sedano)
  • 400 GR DI FARINA DI RISO
  • 1 TAZZINA DI OLIO DI SEMI DI GIRASOLE
  • 2 UOVA
  • 1 RAMETTO DI ROSMARINO E 1 FOGLIA DI SALVIA

PROCEDIMENTO

Tagliate la verdura a pezzetti e cuocetela nell’acqua, poi frullate insieme a 2 mestoli di acqua di cottura e mettete da parte.

Pulite le sarde (se rimane qualche spina non c’e’ problema) e cuocerle insieme ai ritagli di salmone (compresi di pelle) in un tegame con un pochino di acqua insieme al rametto di rosmarino e alla foglia di salvia, quando è cotto togliete tutte le spine dai ritagli di salmone frullate bene tutto il pesce finchè non diventa una purea liscia e omogenea e mettete da parte.

Unite insieme in una terrina capiente la purea di verdura e la purea di pesce precedentemente preparate, aggiungete le uova (tenendo da parte i gusci), la farina e l’olio.

I gusci delle uova (ottima fonte di calcio) devono essere preventivamente sterilizzate per scongiurare eventuali batteri tramite bollitura in acqua o passati in forno caldo a 150° per 10 minuti circa o un paio di minuti nel microonde e poi frullati nel mixer fino a farli diventare una polvere sottile.

Una volta preparata la polvere di guscio d’uovo va aggiunta insieme agli altri ingredienti e che amalgamerete bene aiutandovi con un minipimer o con un mixer.

Ne risulterà un impasto morbido e pastoso che stenderete  in una teglia ricoperta di carta da forno  aiutandovi con una spatola facendo uno strato alto circa un centimetro il più regolare possibile.

Cottura

Lasciate cuocere nel forno preriscaldato a 180°-190° per circa 30/40 minuti o finchè vedete che l’impasto è asciutto come una pizza.

Togliere dal forno e capovolgere su un ripiano e lasciare intiepidire giusto il tempo di maneggiare, togliere la carta da forno e iniziare a tagliare delle strisce

Tagliate da entrambi i versi facendo dei quadrotti, più o meno grandi in base alla taglia del vostro cane.

Le crocchette così ottenute vanno rimesse in forno per permettere all’interno che è ancora morbido di asciugare bene.

Cuocere a 180° per altri 30 minuti circa e lasciar freddare nel forno spento con lo sportello un po’ aperto per permettere la perdita di tutta l’umidità residua.

NOTA:

aggiungendo mezza bustina di ammoniaca per dolci renderete molto più croccanti le vostre crocchette.

Dopo tolte dal forno lasciatele ad asciugare bene su un vassoio prima di conservarle in un barattolo ermetico, consentirete all’umidità residua di uscire, garantendo la riuscita della ricetta.

Se possedete un essiccatore, mettete nei vassoi le crocchette e fatele asciugare con un programma crudista a bassa temperatura per qualche ora.

Si conservano per circa 15-20 giorni, ma sicuramente finiranno prima.

Provare per credere!

Sonia Orlandi – Cheffa Dog

(contatta l’autore)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi