Dermatite allergica da pulci nel cane: cos’è e come evitarla

Dermatite allergica da pulci nel cane: cos’è e come evitarla

Mondofido

La dermatite allergica da pulci è una malattia del cane, un’allergia a tutti gli effetti, che si scatena in seguito al morso di pulce. Non è curabile, ma si possono eliminare le reazioni

La dermatite allergica da pulci è una malattia del cane scatenata dal morso delle pulci, che causa reazioni di tipo dermatologico non indifferenti.

Si tratta, a tutti gli effetti, di un’allergia che in questo caso è rivolta alla saliva delle pulci, o meglio ad una proteina in essa contenuta. La reazione è simile a quella di qualsiasi altra allergia cutanea del cane, con arrossamenti, prurito intenso e a volte autotraumatismo (il cane si morde da solo per cercare di sentire meno il prurito).

Come per tutte le altre allergie, non esiste una cura perché è impossibile far capire al corpo che quell’allergene non fa male (in confronto alla reazione che l’organismo mette in atto contro di lui), ma sicuramente è possibile far sparire i sintomi dermatologici, in modo abbastanza logico: come un uomo allergico alle mandorle non deve mangiare le mandorle, così un cane con la Dermatite Allergica da Pulci (DAP) non deve venire in contatto con le pulci.

I sintomi della Dermatite Allergica da Pulci

Come già accennato, il sintomo principale della DAP è il prurito, che è molto intenso e si manifesta sotto forma di arrossamento della cute.

Il cane si lecca continuamente, si mordicchia e a volte i morsi sono così possenti che si porta via del pelo, e in generale vediamo che soffre, grattandosi anche continuamente; se non viene curata, la cute si riempie di croste, e da arrossata diventa scura, tendente al nero; è chiaro che bisogna andare dal veterinario, per un trattamento antipulci fatto come si deve e, nel caso, con cortisonici e antistaminici per ridurre immediatamente il prurito.

La prevenzione dei sintomi

Per prevenire i sintomi si devono per prima cosa prevenire le pulci. Le pulci sono parassiti cutanei che non si vedono sul pelo, di solito, perché sono molto veloci, ma se ci sono si vedono dei puntini neri alla base dei peli, sulla schiena: sono le loro cacche, e indicano la loro presenza.

Se il cane è soggetto ai sintomi della DAP, si fa un trattamento antipulci specifico, considerando che dall’allergia non guarirà; se sappiamo che è allergico, ma anche se non sappiamo se lo sia, è comunque essenziale il trattamento preventivo con gli spot-on.

Fatevi consigliare dal veterinario i principi attivi specifici per allontanare le pulci (alcuni allontanano le zecche, piuttosto che le zanzare, ma non hanno azione contro le pulci) e soprattutto ricordare di fornire l’antiparassitario con regolarità, una volta al mese, integrando al bisogno anche con collari o spray antiparassitari che garantiscono una protezione maggiore.

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi