Pulci del cane: come riconoscerle ed eliminarle

Pulci del cane: come riconoscerle ed eliminarle

Mondofido

Le pulci del cane sono un problema molto più diffuso di quanto i proprietari pensino. E’ facilissimo prenderle anche per un cane che sta in casa, ed è molto importante riconoscerle perché portano diverse malattie.

Quando si parla genericamente di “pulci e zecche” del cane, tutti istintivamente pensano alle zecche, pensando che le pulci siano qualcosa di simile. Sbagliato.

Le pulci sono quanto di più diverso ci possa essere dalle zecche: saltano, si muovono velocissime, sono piccole (qualche millimetro, si vedono ad occhio nudo ma male) e spesso i proprietari non si accorgono che il loro cane le ha.

Per cui, se vediamo il cane grattarsi molto o con la pelle arrossata, che fa pensare tutti all’allergia alimentare, non è il caso di chiedersi, prima, se il cane abbia degli “ospiti”?

Come riconoscere le pulci del cane

C’è bisogno, per prima cosa, di sapere che sono difficili da vedere, ci vuole fortuna, per cui è inutile cercarle in mezzo al pelo.

Invece si possono notare i loro “ricordini”, le cacche. Per capire se il cane le ha bisogna accarezzare il cane contropelo, e riuscire a vedere la base e la pelle, magari in un punto in cui si morde parecchio.

Vedremo tanti puntini neri alla base del pelo, che sono appunto i loro escrementi. E se ci sono le cacche ci sono anche le pulci.

In alcuni cani, ma non in tutti, ci può essere anche la DAP, Dermatite Allergica da Pulci, che è allergia alla saliva del parassita.

In questo caso la pelle del cane diventa rossa e lui si morde continuamente, perché ha un prurito insostenibile.

Nei casi peggiori, poi, il cane può prendere il Dypilidium caninum, una tenia che si passa proprio con le pulci.

Cosa fare se si sospetta che il cane abbia le pulci

Se questi sintomi coincidono, in particolare i punti neri tra il pelo, con quello che ha il vostro cane, è bene andare a fare un giro dal veterinario.

A questo punto bisogna seguire le sue indicazioni in due modi:

  • Il trattamento, di solito con shampoo o simili, per eliminarle;
  • Il trattamento ambientale, cioè divani, cuscini, sedie, copriletti e qualunque parte con cui il cane è venuto in contatto va lavata.

Si, perché questo parassita depone anche le uova, che sono microscopiche e cadono a terra.

Le piccole pulci si schiudono, poi salgono nuovamente sul cane, per cui se non facciamo una pulizia profonda della casa, il problema non si risolve mai.

Dott. Valerio Guiggi – Medico Veterinario Specialista

(Contatta l’autore: info@valerioguiggi.it)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi