Warren, cane poliziotto, va in pensione

Warren, cane poliziotto, va in pensione

Mondofido

Anche per un cane poliziotto arriva il momento di andare in pensione. Warren la trascorrerà con 5 fratellini umani e una a quattro zampe

Come per l’uomo, anche per un cane poliziotto arriva il momento di andare in pensione.

Anche gli agenti a quattro zampe, che prestano servizo presso le diverse squadre cinofile delle Forze dell’Ordine, devono ad un certo punto della propria carriera fermarsi e godersi il meritato riposto, circondati dall’affetto di una famiglia.

Questo momento per Warren, uno stupendo esemplare di Pastore Tedesco di circa 7 anni, è arrivato con un pò di anticipo a causa di problemi di salute.

Warren è un cane poliziotto in forza all’unità cinofila della Polizia di Stato di Brindisi ed ha svolto il suo lavoro di cane antidroga per oltre 5 anni. Come tutti i suoi simili, nel momento in cui smettono di prestare servizio possono essere adottati.

Solitamente è il conduttore del cane ad adottarlo, avendo condiviso con quest’ultimo anni di esperienze, ma quando ciò non è possibile, chiunque può proporsi per adottarlo.

Per adottare un cane poliziotto basta andare sul sito della Polizia di Stato e compilare un modulo di richiesta da inviare al Centro di Coordinamento dei Servizi Cinofili.

Il personale del Centro valuta le domande pervenute e contatta la persona che ritiene idonea ad adottare il cane.

L’adottante sostiene un colloquio di verifica della compatibilità caratteriale con il cane e della capacità necessaria alla gestione dell’animale, superato il quale può finalmente procedere con l’adozione.

E’ esattamente questo, quello che ha fatto Massimo, il neo papà umano del nostro Warren, che dopo aver sentito l’appello per radio ha deciso di candidarsi.

Quando abbiamo parlato con Massimo, ci ha raccontato che era già un pò di tempo che in famiglia stavano pensando di adottare un cane, rigorosamente dal canile. 

La cosa divertente è che il giorno stesso in cui ha mandato la richiesta, fuori casa sua ha trovato una cucciolotta randagia, poi battezzata Kikka, affamata e un po malaticcia che dopo un rapido passaggio dal veterinario è stata accolta in casa.

Quando dopo due giorni è stato contattato da un ispettore della Polizia, ha subito pensato a quale infrazione potesse aver commesso, ma dopo un attimo ha invece realizzato che presto la famiglia si sarebbe allargata ulteriormente.

Warren, Kikka e i sui 5 fratellini bipedi sono diventati subito una squadra affiatata che mette a soqquadro casa per la gioia di mamma e papà.

Oggi che è San Valentino, è bello raccontare una storia d’amore “a 4 zampe”.

Buona vita a tutti!

Ottavio Bardari

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi