Entropion cane: sintomi, cause e cura

Entropion cane: sintomi, cause e cura

Roberto Rais

L’entropion nel cane è una condizione patologica non rara, che riguarda le palpebre dell’animale domestico, determinando la loro rotazione verso l’interno dell’occhio.

Questa situazione anomala delle palpebre del cane è tutt’altro che priva di disagio: di fatti, il rivolgimento verso l’interno del bordo palpebrale favorisce lo sfregamento continuo delle ciglia e dei peli sulla cornea, con la conseguenza di determinare condizioni di irritazione, dolore e potenziali danni gravi all’occhio se non viene trattata tempestivamente e correttamente.

A beneficio di tutti i proprietari di cani e di coloro che volessero saperne di più, abbiamo di seguito condiviso alcuni spunti su questa condizione: una vera e propria guida all’entropion nel cane che consigliamo di leggere con attenzione!

Le cause dell’entropion nel cane

Cominciamo con il condividere con tutti i nostri lettori che l’entropion nel cane può essere causato da diversi fattori.

Tra i principali troviamo certamente:

  • la predisposizione razziale: è ben noto che alcune razze canine, come i carlini, i bulldog, i chow chow, gli shar pei e i rottweiler siano maggiormente predisposte all’entropion a causa di una conformazione anatomica palpebrale peculiare;
  • alcuni fattori congeniti, a dimostrazione del fatto che a volte l’entropion è presente sin dalla nascita a causa di anomalie nello sviluppo delle palpebre;
  • i traumi oculari o gli effetti di interventi chirurgici che possono causare cicatrici che determinano la rotazione verso l’interno della palpebra;
  • le infezioni oculari gravi e croniche, che possono favorire condizioni di infiammazione oculare e di rilassamento dei tessuti palpebrali, elementi di rischio per l’insorgenza dell’entropion;
  • le malattie autoimmuni che colpiscono i tessuti connettivi dell’occhio, determinando condizioni di infiammazione e una maggiore predisposizione all’entropion nel cane.

I sintomi dell’entropion nel cane

Chiarite quali siano le principali cause di questa condizione, possiamo cercare di capire quali siano i sintomi dell’entropion nel cane, che possono permetterci di insospettirci con un po’ di consapevolezza sul tema.

Così come abbiamo visto quando abbiamo parlato dell’ectropion, anche per l’entropion del cane i sintomi possono variare in gravità a seconda della severità della condizione e della sensibilità individuale del cane.

In ogni caso, è possibile individuare sintomi ricorrenti e più comuni come:

  • arrossamento oculare: la cornea è irritata e infiammata dal continuo sfregamento della palpebra e, dunque, appare visibilmente arrossata;
  • lacrimazione eccessiva: l’occhio è irritato a causa della già rammentata presenza della palpebre rivolta all’interno e, dunque, può produrre una quantità eccessiva di lacrime nel tentativo di alleviare l’irritazione;
  • blefarospasmo: come conseguenza dell’irritazione e del fastidio manifestato, il cane può strizzare frequentemente gli occhi, con un comportamento di cui il padrone dovrebbe facilmente rendersi conto;
  • fotofobia: l’eccessiva sensibilità alla luce può portare il cane ad evitare ambienti luminosi e a manifestare un evidente fastidio nel momento in cui lo si porta all’aria esterna;
  • prurito oculare: a causa del prurito che avverte, il cane può grattarsi o strofinare gli occhi contro superfici diverse;
  • muco e pus: solo nei casi più severi e in quelli più trascurati, si può osservare la presenza di muco o pus nell’occhio;
  • ulcere corneali: infine, il continuo sfregamento della palpebra rivolta verso l’interno può causare anche la formazione di ulcere corneali dolorose e potenzialmente pericolose per la vista.

La diagnosi dell’entropion nel cane

Anche se i sintomi dell’entropion nel cane sono numerosi, è evidente che la diagnosi della condizione debba essere effettuata solamente da un veterinario professionista, che giungerà a decretare la presenza dell’entropion mediante un attento esame oftalmologico.

In particolare, l’esame comprende di solito:

  • analisi delle palpebre,
  • valutazione della cornea,
  • ricerca di eventuali ulcere o altre lesioni.

È però possibile, a seconda delle situazioni, che il veterinario possa richiedere esami diagnostici supplementari, come ad esempio la misurazione della pressione oculare o la valutazione della funzionalità visiva.

Insomma, così come i sintomi possono avere delle intensità e delle varietà diverse, anche gli strumenti diagnostici potranno essere personalizzati sulla base della singola fattispecie che il veterinario si troverà ad affrontare.

La cura dell’entropion nel cane

Arriviamo così a comprendere in che modo si possa curare l’entropion nel cane. Sebbene possano valutarsi anche interventi di tipo conservativo, soprattutto nei cani più giovani, di norma l’intervento chirurgico è l’unico trattamento risolutivo per l’entropion nel cane.

La chirurgia consiste nel riposizionare la palpebra nella sua corretta posizione, eliminando lo sfregamento delle ciglia e dei peli sulla cornea. La tecnica chirurgica specifica impiegata può variare a seconda della gravità della condizione e della conformazione anatomica della palpebra del cane e, dunque, verrà personalizzata sulla base del caso in esame dal veterinario.

Come curare l’entropion nel cane

L’entropion nel cane è una condizione quasi sempre fronteggiabile positivamente. La sua risoluzione è peraltro molto importante, perché consente di alleviare il dolore e il fastidio dell’animale, prevenire danni anche seri alla cornea e – dunque – preservare la vista dell’animale.

Come prevenire l’entropion nel cane:

Sebbene non esista un metodo definitivo per prevenire l’entropion nel cane, alcune misure possono ridurre il rischio di sviluppare la condizione, soprattutto nei cani predisposti.

La forma principale di prevenzione rimane pur sempre quella del monitoraggio oculistico regolare: è dunque importante portare il proprio cane dal veterinario per controlli oculistici regolari, soprattutto se appartiene a una razza predisposta all’entropion.

© 2024, Roberto Rais. Riproduzione Riservata

Rispondi