Biscotti al salmone con esubero di pasta madre

Biscotti al salmone con esubero di pasta madre

Mondofido

Biscotti sani e gustosi, ricchi di Omega3

Eccomi pronta per una uova ricetta di riciclo. Questa volta riutilizziamo l’esubero della pasta madre per preparare degli appetitosi biscotti per i nostri cagnolini.

L’esubero non è altro che l’eccesso di lievito madre non rinfrescato che va utilizzato per ricette con lievito meno forte.

Ho unito i ritagli dalla sfilettatura del salmone (ottima fonte di Omega 3) sempre molto graditi al gusto dei nostri cani.

Questo biscotto risulterà molto fragrante e digeribile proprio grazie alla lievitazione naturale e visto l’utilizzo di farine non raffinate e rugose avrà anche una blanda azione antitartaro se avrete cura di fare un biscotto grande da poter essere sgranocchiato.

INGREDIENTI:

  • 150 GR DI ESUBERO DI PASTA MADRE
  • 150 GR DI FARINA DI ORZO
  • 100 GR DI FARINA DI MAIS PER POLENTA
  • 100 GR DI RITAGLI DI SALMONE
  • 1 UOVO
  • 1 CUCCHIAINO DI CURCUMA (facoltativo)
  • 1 CUCCHIAIO DI OLIO DI SEMI
  • ACQUA q.b.

COSTO:

  • ESUBERO €      0
  • FARINA DI ORZO € 0,80
  • FARINA DI MAIS € 0,10
  • RITAGLI DI SALMONE €      0
  • UOVO € 0,25
  • CURCUMA € 0,10

PREPARAZIONE

Iniziate cuocendo il salmone in un padellino con un poca acqua, quando è cotto spinate attentamente e triturate la polpa e la pelle grossolanamente schiacciando con una forchetta, in modo da far rimanere dei pezzettini che aumenteranno il gusto del biscotto.

Fate una fontana con le due farine, unite l’uovo, il salmone, l’olio, la curcuma e l’esubero di pasta madre, impastate bene fino a fare un panetto morbido ma sodo ed elastico al tatto, se necessario aggiungete un pochino di acqua tiepida. Mettete a lievitare in un contenitore coperto con pellicola trasparente, in un luogo tiepido, per circa 12 ore o più se ne avete la possibilità (basta farlo il giorno prima per il giorno dopo) per dare la possibilità al lievito di attivarsi e risultare quindi più digeribile.

Adesso l’impasto dovrebbe aver raddoppiato il suo volume, lavoratelo e stendetelo su un piano infarinato dello spessore di circa mezzo cm e ritagliatelo nella forma voluta per formare dei biscotti che metterete su una teglia ricoperta di carta da forno.

Lasciate riposare i biscotti circa 30 minuti coperti di pellicola per non farli seccare in superficie.

Attenzione a non lasciarli lievitare troppo: diventerebbero troppo friabili e si sbriciolerebbero subito.

Cuocete in forno a 180° per circa 30 minuti o finchè non sono belli dorati. Una volta cotti lasciateli seccare bene su un vassoio per far perdere tutta la loro umidità così si conserveranno più a lungo.

Con questa dose dovrebbero venire circa 20 biscotti grandi.

NOTA: questa ricetta in mancanza di lievito fresco o esubero, può essere preparata anche con il lievito madre secco. E’ SCONSIGLIATO l’uso del lievito di birra in quanto potrebbe proseguire la sua fermentazione nello stomaco, risultando pericoloso.

Sonia Orlandi – Cheffa Dog

(contatta l’autore)

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi