Tre anni al gelo ad attendere il suo padrone

Mondofido

Una commovente storia a lieto fine che ci ricorda quella del famoso Hachiko che attese il suo padrone per 10 anni.

Tanti ricorderanno la commovente storia di Hachiko, il cane di razza Akita Inu, che per quasi 10 anni ha atteso fuori la stazione il ritorno del suo padrone stroncato da un ictus mentre era a lavoro. Hachiko morì l’8 marzo del 1935 diventando per tutto il popolo giapponese un simbolo di fedeltà.

Dalla Russia  arriva una storia altrettanto commovente. Per tre lunghi anni, gli studenti dell’Università tecnologica del petrolio di Ufa, capoluogo della regione di Baschiria, hanno visto un cagnolino sostare fuori l’ateneo in attesa di qualcuno. Molti pensavano fosse il cane di qualche professore per poi rendersi conto che non vi fosse nessuno a raggiungerlo al termine delle lezioni.

Anche lui è stato battezzato Hachiko, in memoria del celebre cane giapponese. Gli studenti hanno girato il video che state guardando per cercare di raccontare questa storia e dare visibilità al piccolo trovatello, soprattuto ora che la salute del cane sembrava stare peggiorando a causa del clima rigido. L’obiettivo era trovargli una casa per la vita, una famiglia che lo accogliesse e gli desse quel calore che meritava.

A migliaia hanno risposto all’appello ed il piccolo Hachiko è stato adottato da una famiglia del posto. La gioia e la commozione per la notizia ha fatto il giro del mondo arrivando anche da noi.

Purtroppo di casi come questo di cui vi abbiamo parlato ne siamo circondati, ma questo episodio ci dimostra ancora una voltà l’importanza della condivisione e della circolazione delle informazioni. Da soli probabilmente possiamo fare poco ma l’unione delle persone ha dimostrato come niente sia impossibile.

Buona vita piccolo Hachiko.

Ottavio Bardari

 

© 2017, Mondofido. Riproduzione Riservata

Rispondi